Salerno -  Capitale d' Italia 

1/11

Salernum, fu fondata dai Romani nel 197 a.C. nei pressi di un insediamento etrusco, conquistata dai Bizantini passò ai Longobardi, nel 646 d.C., come parte del Ducato di Benevento,  del quale fu capitale sotto Arechi II.

La sua fama accrebbe con la  scuola medica che attirava pazienti, studenti e maestri da tutta Europa; sotto Roberto il Guiscardo, divenne il più importante territorio normanno ospitando Papa Gregorio  VII in esilio ebbe l'appellativo di Sancta Civitas, anche per il ritrovamento delle spoglie dell'apostolo Matteo, e Hippocratica Civitas, per la gloriosa tradizione medica.

Nell'800 sorsero a Salerno numerose industrie tessili, facendone  uno dei maggiori poli industriali d'Italia. Nel settembre del 1943, la città fù teatro dell'Operazione Avalanche degli Alleati, e da  febbraio ad agosto del 1944  fu capitale d'Italia.

 

A partire dalla seconda metà degli anni novanta, la città ha iniziato una serie di politiche volte a migliorare la vivibilità, il decoro urbano e proiettare Salerno a livello nazionale e internazionale, candidandola a diventare uno dei poli del turismo crocieristico e dell'architettura contemporanea, ospitando opere dei maggiori architetti del secolo, quali Fuksas, Zaha Hadid, Bohigas, Chipperfield, Calatrava e Bofill.